L’etichetta è il biglietto da visita di ogni bottiglia d’olio, e andrebbe letta con attenzione, in quanto le poche righe scritte su di essa sono già un buon indizio per farci capire il livello qualitativo dell’olio contenuto, nonché la serietà del produttore.

etichetta_costa_doro

È obbligatorio indicare: produttore, categoria merceologica, data di scadenza e quantità contenuta nella bottiglia; per il resto, la legge lascia al produttore la “buona volontà” di indicare gran parte dei dati che servirebbero ad identificare con una certa precisione le caratteristiche dell’olio acquistato; primo e fondamentale criterio per valutare l’affidabilità di un prodotto (e questo è valido in qualunque settore merceologico) è la trasparenza in termini di informazione: tanto più un olio è corredato da dati analitici che evidenziano i parametri relativi alle caratteristiche di quella singola “partita” di prodotto, maggiori sono le probabilità che il produttore sia interessato ad accrescere la consapevolezza del consumatore rispetto alla buona qualità del proprio lavoro